Sciare con un cane: consigli preziosi

17. Luglio 2023 - SnowTrex

È possibile sciare con un cane? Questa è una domanda che molti appassionati di sport invernali si pongono, ma SnowTrex dice: sì, è possibile! Ci sono alcune cose da considerare quando si scia con un cane, ma se tutto è ben programmato, un’esperienza di vacanza molto speciale attende l’uomo e l’animale. I viaggiatori invernali dovrebbero prestare attenzione a questo aspetto quando praticano sport invernali con un cane.

Sciare con un cane? Sicuramente!

Quando si scia con un cane, ci sono alcune cose da considerare – ogni proprietario di un cane lo sa. Ma l’inverno presenta sfide speciali per il padrone e l’animale: neve e freddo, esercizio fisico limitato, lunghe ore senza padrone o padrona e persone ovunque con quelle buffe tavole ai piedi. È importante preparare bene il cane a queste condizioni.

Equipaggiamento adeguato per il viaggio

Se la settimana bianca con il cane si svolge all’estero, il proprietario deve presentare alcuni importanti “documenti” al momento dell’ingresso nel Paese di vacanza. In genere, i cani hanno bisogno di un’identificazione dell’animale per essere chiaramente identificati o per essere assegnati al loro proprietario. Questa identificazione assume solitamente la forma di una medaglietta sul collare o di un chip elettronico transponder impiantato sotto la pelle. Per i viaggi all’estero, questa identificazione è obbligatoria come il passaporto per animali domestici dell’Unione Europea, nel quale, ad esempio, vengono inserite le vaccinazioni antirabbiche. Il veterinario rilascia il passaporto blu per pochi euro. Quando si viaggia in Austria o in Francia, ad esempio, anche il guinzaglio e la museruola devono essere inclusi nel bagaglio. Viaggiando in auto, l’animale deve essere adeguatamente assicurato, ad esempio con una cintura per cani o in un box di trasporto. Durante il viaggio, deve essere sempre disponibile acqua fresca a sufficienza e diverse pause con possibilità di correre.

I cani amano la neve e le persone amano i cani che amano scatenarsi sulla neve.

Scegliere la sistemazione giusta

Se si desidera portare con sé il proprio amico peloso in un hotel o in una pensione per sciare con il cane, deve informarsi in anticipo sulle condizioni locali. Molti hotel ammettono gli animali domestici, ma in alcuni luoghi il soggiorno del cane costa un extra e il cibo non è solitamente incluso nel prezzo. Bisogna assicurarsi quindi di mettere in valigia una quantità di cibo sufficiente per l’intero soggiorno, perché anche il supermercato locale potrebbe non avere a disposizione tutti i tipi di cibo. Suggerimento: SnowTrex dispone del filtro “Animali domestici” nella ricerca dettagliata, che permette di visualizzazzare immediatamente tutte le strutture ricettive disponibili in cui i cani e i loro simili sono benvenuti.

Inoltre, è consigliabile chiedere in anticipo all’albergatore se il cane può rimanere da solo nella stanza o nell’appartamento. Si può avere la fortuna che il padrone di casa si prenda cura dell’animale. Tuttavia, si tratta di una rara eccezione. Se non è possibile, dovrà trovare un’assistenza alternativa.

Dog sitter nel resort

Poiché i cani non sono ammessi sulle piste da sci, è difficile combinare lo sci con un cane. Se la padrona e il padrone vogliono andare a sciare, ciò significa che il cane deve trascorrere diverse ore da solo o con estranei, ma di solito non gli è permesso di rimanere da solo nell’alloggio. L’alternativa migliore è un dog sitter assunto privatamente, magari organizzato dall’hotel o trovato su internet. D’altra parte, nelle stazioni sciistiche non esistono praticamente delle vere e proprie hutas (asili per cani). Se si desidera combinare una vacanza sciistica con una vacanza con il cane, è meglio viaggiare con il proprio partner o con gli amici, in modo da poter fare i turni per prendersi cura dell’animale. Oppure si può optare per altri sport sulla neve da praticare insieme al proprio cane.

In giro

Fortunatamente, in alternativa alle piste, ci sono diverse altre attività sportive invernali in cui i cani possono unirsi ai padroni in vacanza in montagna. Passeggiate, escursioni, slittino, equitazione, sci di fondo: ci sono molte possibilità. Fare lunghe passeggiate o escursioni con le racchette da neve attraverso paesaggi innevati, mentre il nostro amico a quattro zampe si scatena nella neve e rincorre le palle di neve: è rilassante per cane e padrone. Ma ci sono anche alcune cose da tenere a mente durante le passeggiate e le escursioni: il percorso non deve essere troppo ripido o accidentato. Non tutte le razze possono correre senza sforzo per ore nella neve alta. Bisogna inoltre prestare attenzione alla segnaletica dei sentieri e a eventuali segnali di animali selvatici. Quando si cammina in aree boschive, tutti i cani devono essere tenuti al guinzaglio, perché potrebbero spaventare la selvaggina o essere tentati di inseguirla.

Le lunghe passeggiate invernali con il cane fanno parte delle vacanze invernali.

Quando si cammina nella neve, può accadere che grumi di neve e ghiaccio si incastrino tra i cuscinetti delle zampe del cane, il che può disturbare il cane durante la passeggiata o addirittura causargli dolore. È meglio controllare di tanto in tanto se le zampe sono ancora libere dal ghiaccio. Per proteggere i cuscinetti dalle lesioni causate dal freddo, dal ghiaccio o dal sale stradale, è consigliabile applicare della vaselina o del grasso da mungitura. Per i cuscinetti già screpolati o molto sensibili, esistono scarpe per cani, in modo che la passeggiata sulla neve sia comunque piacevole. Inoltre, è consigliabile tagliare la barba dei cani con il pelo lungo per evitare un eccessivo accumulo di sporco e ghiaccio. Suggerimento: bisogna tenere pronto un asciugamano per cani per asciugare l’animale bagnato quando si torna nell’alloggio.

Gondole per cani

Una grande esperienza in una vacanza in montagna con un cane è un’escursione su sentieri di alta quota e sulle cime delle montagne, alcune delle quali possono essere raggiunte solo con una funivia. In alcune stazioni sciistiche, gli amici a quattro zampe sono ammessi anche in cabinovia, ma solo con guinzaglio e museruola. Ad esempio, i cani e i loro padroni possono raggiungere la Zugspitze vicino a Garmisch-Partenkirchen, il Nebelhorn a Oberstdorf o il Krippenstein nel Salzkammergut Dachstein e quindi bellissimi punti panoramici che fungono da sfondo ideale per una bella foto ricordo.

Sci di fondo con un cane

Poiché i cani non sono i benvenuti sulle piste di sci di fondo e in molti luoghi sono addirittura vietati, soprattutto in Svizzera e in Austria si sono affermati percorsi per cani appositamente progettati per i proprietari accompagnati da cani. Qui, gli amici a quattro zampe possono correre lungo la pista. Il servizio delle piste per cani comprende anche cassette di distribuzione con sacchetti per gli escrementi del cane, in modo che il proprietario possa rimuovere rapidamente e in modo pulito gli escrementi del cane.

Ci sono piste per cani designate per gli sciatori di fondo con cani.

Per essere sicuri e per evitare problemi con gli altri atleti nordici, i proprietari di cani dovrebbero idealmente utilizzare solo le piste per cani designate con il loro animale.

Consigli per lo sci di fondo

A Pertisau, sul lago Achensee, tra le altre località, è stato tracciato un bellissimo circuito di 1 km per gli amanti dei cani, mentre a Leutasch, in Stiria, ce n’è uno di oltre 1,5 km. Il percorso di fondo per cani lungo 1,9 km sul Lenerwieser nell’Olympiaregion Seefeld è eccezionale, in quanto è adatto anche ai pattinatori. A Saalfelden, nella Valle del Pinzgau Saalach, cane e padrone possono scatenarsi su un intero tratto di 10 km. Anche la Svizzera offre un gran numero di percorsi per cani. Ben due dozzine di percorsi speciali si snodano principalmente nella regione turistica dei Grigioni e nell’Oberland Bernese. Il percorso più lungo vicino a Davos misura 15 km. La possibilità di portare il suo cane sulle normali piste di fondo considerate “dog-friendly” deve essere verificata sul posto in ogni singolo caso. La possibilità o meno di portare il suo cane sul sentiero dipende in ultima analisi dal suo temperamento e dal suo grado di obbedienza. Una cosa è certa: Per i proprietari di cani che non vogliono lasciare il loro compagno animale da solo, lo sci di fondo è un’ottima alternativa allo sci alpino.

Conclusione

Anche se c’è ancora spazio per migliorare i servizi di assistenza ai cani nelle stazioni sciistiche, vale sicuramente la pena portare con sé il suo migliore amico a quattro zampe durante le vacanze invernali. Clicchi qui per una selezione dei nostri alloggi per le vacanze sciistiche con i cani.

Destinazioni per le escursioni nella Ötztal: 8 attrazioni lontano dalle piste

Nel cuore del Tirolo, immersa in un mondo montano mozzafiato, la Ötztal dispiega il ...

Destinazioni per le escursioni Zell am See-Kaprun: 8 attrazioni lontano dalle piste da sci

Dietro il pittoresco scenario alpino di Zell am See-Kaprun si nasconde un mondo ricco ...

$stickyFooter