L’eliski e l’helisboard – senta la libertà della neve profonda e incontaminata

15. Aprile 2024 - SnowTrex

Scavare nella neve profonda e scintillante, sentire la libertà di ampi ghiacciai e il vento in faccia, attraversare foreste in cui forse nessuno è mai stato prima; quello che sembrava il sogno di ogni sciatore appassionato è ora parte integrante degli sport invernali: l’eliski. SnowTrex mostra tutto ciò che c’è da sapere sull’eliski.

L’elicottero conduce in alto fino alla vetta

Il fascino dell’heliski/heliboarding

Molti appassionati di neve hanno il desiderio di scivolare a valle lungo ampi pendii di neve profonda, circondati da paesaggi montani da sogno. Questa esperienza è particolarmente attraente quando non si svolge ai bordi delle piste o sotto gli impianti di risalita, ma in luoghi dove solo poche persone hanno sciato o fatto snowboard. La maggior parte delle persone trova troppo lunga e faticosa la salita di un tour sciistico classico. Allora perché non salire semplicemente in cima alla montagna in elicottero? Che sia uno sciatore o uno snowboarder, l’eliski la porta in luoghi che fanno battere il cuore di ogni appassionato di sport invernali. Dopo il volo, si aprono distese mozzafiato ad altitudini fino a 4.000 metri. La vista dei massicci scintillanti dei ghiacciai e dei monti innevati è un’esperienza che non dimenticherà presto. Ma naturalmente, la discesa solitaria attraverso la polvere incontaminata è il punto culminante di questa impresa avventurosa. Allora andiamo: allacci la tavola e parta per un’esperienza unica di heliski.

Scivolare a valle su pendii incontaminati di neve fresca è un sogno che si avvera per molti amanti della neve

In alto con l’elicottero

L’eliski prevede che gli sciatori vengano trasportati in elicottero in alto sulle montagne o su un ghiacciaio, dove vengono lasciati nella “natura selvaggia” e da lì intraprendono una discesa che probabilmente non hanno mai provato prima. Anche durante il volo, nell’elicottero si diffonde un’atmosfera molto speciale. I passeggeri dell’elicottero sono pieni di aspettative ed eccitazione mentre ammirano impressionanti formazioni rocciose e vasti pendii innevati da una prospettiva a volo d’uccello. Per arrivare il più presto possibile nella polvere dell’El Dorado, tutti i partecipanti si alzano nel buio della notte, dopo tutto, lanciarsi ai primi raggi di sole del giorno è un piacere puro.

L’elicottero ci porta in alto sulle montagne

Prima di salire in montagna, è necessario prendere alcune precauzioni, in modo che tutti i partecipanti siano preparati al meglio per l’avventura. È consigliabile indossare diversi strati di abbigliamento per essere pronti a tutte le condizioni atmosferiche. Oltre a scegliere l’abbigliamento giusto, è importante che tutti i passeggeri conoscano l’uso corretto dell’attrezzatura da valanga e di primo soccorso. L’uso corretto di ricetrasmettitori per valanghe, sonde e pale, nonché di uno zaino airbag, in modo che tutti gli appassionati di sport invernali possano reagire bene in situazioni di pericolo.

Una volta prese le precauzioni di sicurezza, nulla ostacola il volo in elicottero. Una volta arrivati in cima, i passeggeri vengono liberati nella loro avventura sciistica vicino sulla vetta o sul fianco della montagna.

La discesa

Scendere dall’elicottero e arrivare al punto di partenza è un’esperienza straordinaria, perché il panorama è indescrivibile. Dopo aver assaporato la vista e respirato l’aria fresca di montagna, si scende dalla vetta.

Durante in elicottero, il panorama è mozzafiato

Partenza accompagnata da una guida

Gli sciatori sono accompagnati nella discesa da una cosiddetta “guida”. Si tratta di maestri di sci o guide alpine esperti, professionali e, soprattutto, locali, che hanno ricevuto una formazione specifica per sciare nella natura selvaggia. Garantiscono sia la sicurezza dei partecipanti sia che la natura non venga usurpata dagli sciatori.

In una riunione al mattino, i partecipanti discutono con le guide le condizioni meteorologiche e di neve attuali. Nel corso di un’analisi dei rischi, vengono discussi i potenziali pericoli, la situazione delle valanghe e i cornicioni. Un computer raccoglie le informazioni raccolte e crea un elenco di discese. Il colore rosso rappresenta le discese che non possono essere percorse e il verde quelle che possono essere sciate. Anche il pilota ne invia una e verifica se la località selezionata per la discesa può essere raggiunta in aereo. In questo modo si ottiene la destinazione finale della partenza. La sicurezza è sempre la priorità assoluta e le condizioni possono cambiare rapidamente. La decisione finale sulla discesa o meno viene quindi presa solo all’arrivo in cima.

Dopo l’analisi dei rischi, i partecipanti ricevono un briefing sulla sicurezza. Tra le altre cose, vengono istruiti su come comportarsi durante il volo in elicottero, durante la discesa e su come utilizzare un ricetrasmettitore di valanghe. Per quanto le guide siano esperte, la natura è in definitiva una forza imprevedibile e la sicurezza sulle piste non preparate è la priorità assoluta, senza eccezioni.

L’esperienza della discesa

Durante la discesa a valle, dove gli atleti spesso superano i 1.000 metri di altitudine, non ci sono impianti di risalita, funivie o rifugi che si vedono in lungo e in largo, e gli incontri con la fauna locale come aquile, camosci o marmotte non sono rari. Il cuore di ogni amante della natura batte più forte mentre scia nella polvere fresca e lungo paesaggi innevati e forestali inesplorati.

La discesa attraverso paesaggi di neve e foreste sconosciute fa battere il cuore degli amanti della neve

Nonostante l’esperienza unica della discesa, è necessario osservare alcune regole di comportamento. Oltre a essere consapevoli dei possibili pericoli di valanghe e delle condizioni difficili delle piste, è particolarmente importante mantenere l’orientamento in ogni momento. La guida non deve essere lasciata troppo lontana dalla vista, perché altrimenti i singoli partecipanti potrebbero perdersi. Anche la comunicazione durante la discesa è fondamentale. Anche in condizioni difficili, ad esempio a causa della scarsa visibilità, bisogna sempre fare attenzione a mantenere la comunicazione tra la guida e i partecipanti. Una buona comunicazione non solo aiuta l’orientamento, ma è particolarmente utile nelle situazioni di pericolo e per il rapido salvataggio e recupero di una persona sepolta. La regola più importante, tuttavia, è che ogni partecipante segua le istruzioni della guida. Grazie alla loro esperienza, sono nella posizione migliore per valutare i pericoli, come i cambiamenti del tempo e le condizioni pericolose delle valanghe e delle piste, e devono quindi godere della fiducia di ogni partecipante.

L’eliski è adatto anche ai “non professionisti”

Contrariamente a molte aspettative, l’eliski non è solo per i professionisti, ma per qualsiasi sciatore che abbia già acquisito esperienza sulle piste rosse e nere più impegnative, che abbia velocità e manovrabilità e che abbia già fatto le prime piccole escursioni fuori pista. È anche importante avere una buona valutazione personale della propria forma fisica e della propria abilità sulle piste. Gli appassionati di sport invernali devono anche essere in buone condizioni fisiche. L’altitudine, il maltempo e i tratti ghiacciati possono essere estremamente impegnativi, anche per gli appassionati di sport invernali più esperti. Tuttavia, una volta soddisfatti questi requisiti, nulla impedisce di vivere un’esperienza di vacanza indimenticabile, adrenalina compresa.

Helisiskiing Air Zermatt

Eliski in Austria

Non è sempre necessario attraversare l’Atlantico per sperimentare un tour di eliski unico. Anche l’Austria è il luogo ideale per provare l’eliski. Lech am Arlberg, in particolare, offre agli amanti della neve un’intera gamma di spot freeride di prima classe. Gli sciatori e gli snowboarder avventurosi con una buona tecnica possono prendere un elicottero per il Mehlsack, mentre i principianti possono puntare alla zona intorno alla cima dell’Orgelscharte. Per ottenere condizioni di neve ottimali, bisognerebbe scegliere il periodo da dicembre a marzo. Nei mesi invernali, gli appassionati di sport invernali troveranno qui le condizioni migliori per un’esperienza unica di eliski. Grazie all’alta probabilità di neve, gli amanti dello sci profondo possono aspettarsi una fantastica neve polverosa, che consente di vivere esperienze uniche di neve profonda.

Lech am Arlberg offre agli amanti della neve un’ampia gamma di spot freeride di prima classe

Eliski in Svizzera

Nelle immediate vicinanze dell’Austria, gli amanti della neve troveranno quella che è probabilmente la destinazione di heliski più popolare delle Alpi: la straordinaria Svizzera. A Zermatt, intorno all’imponente Cervino si trova un vero e proprio Eldorado dell’eliski. Numerosi fornitori trasportano gli amanti della neve in un mondo montano incontaminato e in una moltitudine di discese in neve profonda uniche e mozzafiato.

La regione intorno all’imponente Cervino è considerata un vero e proprio Eldorado dell’heliski

Un’altra destinazione particolarmente popolare è il massiccio del Monte Rosa, nelle Alpi Vallesi. Al mattino presto, si diriga verso il Plateau Rose, che si trova ad un’altitudine di circa 3.100 metri. Alla luce dell’alba, potrà fare le sue prime tracce nella neve fresca incontaminata, in uno scenario impressionante. Circondato da montagne gigantesche come il Breithorn e il Lyskamm, gli avventurieri dello sci troveranno qui alcune delle piste di neve fresca più lunghe del mondo. Gli sciatori e gli snowboarder più audaci si dirigono verso la cima della Dafourspitze. Da un’altitudine di oltre 4.000 metri, la discesa dalla montagna offre panorami mozzafiato. Tuttavia, va notato che i tour di heliski a Zermatt devono essere affrontati solo da sciatori o snowboarder con buone capacità, a causa della loro lunghezza e dell’elevato numero di metri di altitudine che devono essere conquistati.

Eliski in Italia

Gli amanti dell’inverno che si recano in Italia per praticare l’eliski troveranno ciò che cercano in Valtellina. La Valtellina è una delle valli alpine più lunghe e si estende tra il Lago di Como a ovest e il Gruppo dell’Ortles a est. Un gran numero di valli laterali formano il confine con il Gruppo Bernina a nord, dove l’Italia confina con la Svizzera. Proprio in queste valli e nei pendii circostanti, ci sono molti tour che possono essere raggiunti in elicottero. Panorami mozzafiato, vasti paesaggi di neve e foreste e neve fresca a perdita d’occhio. Può arrivare facilmente in auto. Per completare l’heliski in Italia, la cucina valtellinese la invita a gustare le prelibatezze tradizionali la sera. Questi e altri servizi renderanno il suo tour di heliski in Italia un’esperienza indimenticabile.

Grandi panorami, paesaggi mozzafiato di neve e foreste e neve fresca sono offerti agli amanti della neve in Italia

Eliski in Canada

Gli amanti della neve troveranno il top assoluto per l’eliski nella British Columbia, in Canada. La regione innevata è una destinazione superlativa. Con una superficie totale di 10.700 km² e un’altitudine fino a 4.000 metri, l’area di Bella Coola è la più grande area contigua di heliski al mondo. Il punto forte in assoluto sono le montagne costiere. Dalle vette, che superano i 4.000 metri di altezza, gli sciatori e gli snowboarder possono godere di una vista spettacolare sull’Oceano Pacifico e sui fiordi appartati. Gli appassionati di sport invernali più ambiziosi possono sperimentare stretti canaloni rocciosi, enormi ghiacciai e innumerevoli discese avventurose nella foresta. Con una varietà di discese lunghe e ripide, l’heliski in Canada è particolarmente adatto a sciatori e snowboarder esperti con una buona resistenza, ma anche i principianti troveranno la discesa giusta per loro.

Il Canada è caratterizzato da una varietà di discese ripide e lunghe. Perfetto per l’heliski!

Dove è possibile praticare l’heliski?

L’eliski è offerto nelle seguenti stazioni sciistiche della gamma SnowTrex o nelle loro vicinanze:

Stazione sciisticaPaese
LechAustria
ChamonixFrancia
Monte RosaItalia
LivignoItalia
CourmayeurItalia
La ThuileItalia
Alagna ValsesiaItalia
MadesimoItalia
MürrenSvizzera
GrindelwaldSvizzera
MeiringenSvizzera
GstaadSvizzera
Davos-KlostersSvizzera
Flims-Laax-FaleraSvizzera
Arosa-LenzerheideSvizzera
ZermattSvizzera
Revelstoke Mountain ResortCanada
Skeena MountainsCanada
Monashee MountainsCanada

Costi dell’eliski

Il costo di un tour di eliski varia a seconda della lunghezza, della località, del tipo di servizi inclusi e del periodo stagionale. In generale, la bassa stagione (dicembre e gennaio) è la più economica. Se un tour di heliski viene prenotato in tarda stagione (aprile), i costi aumentano. I tour più costosi si svolgono in alta stagione (febbraio e marzo). Il maggior numero di metri verticali può essere sciato in questi mesi invernali, poiché l’innevamento medio e le condizioni della neve, così come le temperature diurne, offrono le condizioni ottimali per le discese solitarie in neve profonda.

I prezzi dipendono ovviamente anche dalla durata del viaggio. Ad esempio, un tour di quattro giorni di heliski in Canada può costare fino a 7.000 euro in alta stagione. Va notato che il prezzo spesso include numerosi servizi inclusi. Le offerte includono i trasferimenti in autobus verso l’alloggio, l’alloggio stesso, i servizi di guida alpina, l’attrezzatura da sci e da snowboard e l’equipaggiamento di sicurezza necessario.

Tuttavia, c’è anche l’opportunità di avere un assaggio del mondo dell’eliski nell’ambito di un tour di un giorno. Naturalmente, questo non è altrettanto costoso. Ad esempio, le gite di un giorno sull’Arlberg in Austria costano circa 550 euro a persona. Questo include il volo, ma la guida alpina deve essere prenotata separatamente. Anche se l’eliski non è un affare, l’esperienza unica sulle cime più alte e sui pendii incontaminati di varie regioni montane non sarà certamente dimenticata.

Domande frequenti

Che cos’è un tour di sci in elicottero?

L’eliski descrive un tour in elicottero sulle montagne o su un ghiacciaio. In alcuni casi, si raggiungono altitudini superiori ai 4.000 metri, prima di tornare a valle con gli sci o lo snowboard attraverso la neve fresca e le cime innevate.

Quanto costa l’eliski?

Il costo di un tour di heliski varia a seconda della lunghezza, della località, del numero di servizi inclusi e del periodo stagionale. L’alta stagione è la più costosa. Anche i tour di eliski in Canada sono più costosi di quelli in Austria. I tour di un giorno sull’Arlberg austriaco, ad esempio, costano circa 550 euro a persona senza una guida alpina inclusa. In Canada, il costo di un tour di quattro giorni con un’ampia gamma di servizi inclusi è di circa 7.000 euro.

Dove si può praticare l’eliski?

L’eliski è possibile in tutto il mondo. L’eliski in Europa è possibile in Austria (ad esempio, Arlberg), Svizzera (ad esempio, Zermatt) e Italia (ad esempio, Valtellina). Dopo un volo verso la cima delle imponenti vette, agli ambiziosi appassionati di sport invernali viene offerta una vista unica. Molti appassionati di sport invernali si recano anche nell’Eldorado dell’eliski in Canada. La British Columbia ospita la più grande area contigua di heliski al mondo.

Perché l’heliski è così speciale?

Volare in elicottero è di per sé un’esperienza molto speciale. Arrivare in cima a una montagna rivela una vista su massicci glaciali scintillanti e panorami impressionanti. Poi si torna a valle attraverso la neve fresca e incontaminata, lontano dal turismo di massa, dalle piste e dagli impianti di risalita. Un’esperienza che fa battere forte il cuore di ogni appassionato di sport invernali.

Cosa c’è da sapere sull’heliski?

È essenziale conoscere il modo corretto di utilizzare l’equipaggiamento per le valanghe e il primo soccorso, oltre a sapere come utilizzare i ricetrasmettitori e le sonde per le valanghe. Questo viene spiegato in dettaglio da una guida alpina prima di ogni tour. Inoltre, ogni partecipante deve seguire le istruzioni della guida, in quanto la guida ha l’esperienza per valutare al meglio i pericoli, come i cambiamenti del tempo e le condizioni pericolose delle valanghe e delle piste.

Anche i principianti possono praticare l’eliski?

L’eliski è adatto a tutti gli sciatori che hanno già acquisito esperienza su piste rosse e nere impegnative, hanno velocità e manovrabilità e hanno già fatto le prime piccole escursioni fuori pista. Deve inoltre avere una buona autovalutazione delle proprie capacità ed essere in buone condizioni fisiche.

Destinazioni per le escursioni nella Ötztal: 8 attrazioni lontano dalle piste

Nel cuore del Tirolo, immersa in un mondo montano mozzafiato, la Ötztal dispiega il ...

Destinazioni per le escursioni Zell am See-Kaprun: 8 attrazioni lontano dalle piste da sci

Dietro il pittoresco scenario alpino di Zell am See-Kaprun si nasconde un mondo ricco ...

$stickyFooter