5 buoni motivi per sciare in Africa

7. Maggio 2024 - SnowTrex

Neve, piste, vin brulé: non sono necessariamente le cose che vengono in mente quando si pensa all’Africa. Sono più probabili i safari e gli elefanti. E così poche persone si rendono conto che è possibile sciare nel continente africano. Gli standard delle stazioni sciistiche europee possono essere un po’ diversi, ma l’atmosfera è mantenuta il più autentica possibile, tanto che questo fascino molto speciale attrae sempre più turisti. SnowTrex ha raccolto 5 buoni motivi per sciare in Africa.

Molti appassionati di sport invernali stentano a crederci, ma anche gli amanti dello sci hanno il loro tornaconto in Africa. Ad esempio qui, nella catena montuosa Maluti, innevata, nel Lesotho

1. Sciare in un paesaggio di savana

Chi ha sempre desiderato conoscere e amare un tipo di stazione sciistica molto speciale, dovrebbe assolutamente fare una deviazione verso l’enclave di Lesotho, a sole quattro ore da Johannesburg, durante la sua prossima vacanza in Sudafrica. La stazione sciistica nota come “Afri Ski” si trova nel sud del Paese. La stagione sciistica cade nei mesi estivi e dura da metà giugno a fine agosto. Fondato nel 2005, il resort è destinato a brillare come la più grande stazione sciistica dell’Africa in futuro e offre già condizioni interessanti per questo: a ben 3.300 metri, l’unica pista finora percorre il paesaggio della savana, caratterizzato da case tradizionali in argilla e strade strette. La stazione sciistica dell’Africa meridionale ha un sito web molto curato e si sta facendo molto per rendere il resort attraente. Nel 2008 è stato inaugurato un parco per lo snowboard e vengono organizzati diversi eventi, come la gara di slalom Kings Cup (Campionato del Lesotho) e un salto in big air su un grande kicker.

2. Meraviglie bianche

Per i prossimi anni sono in programma altre quattro piste, che si rivolgeranno sia ai principianti che agli sciatori esperti, anche se su scala più modesta per i turisti sciatori europei. Le strutture di innevamento garantiscono il divertimento sulla neve in caso di mancanza prolungata di neve. C’è persino un battipista. Inoltre, il campo da golf più alto del mondo, fino a 100 piccoli chalet e un centro benessere fanno parte di questo paradiso sciistico emergente, che presto si rivolgerà a un gruppo target diversificato e si affermerà come un’esperienza di vacanza esclusiva con un tocco molto speciale.

3. Favorevole alla “Svizzera del Sud”

Ad oggi, i visitatori affamati di neve possono scegliere tra un’ampia gamma di alloggi, dagli ostelli economici agli hotel di lusso, a seconda del loro budget e delle loro esigenze. Inoltre, il bar après-ski, attualmente unico nel suo genere, è un luogo ideale per festeggiare con un bicchiere di vin brulé dal profumo invernale, tra un mix di montagne innevate e il tipico fascino africano. Grazie ai prezzi bassi e alla vicinanza alle metropoli africane di Johannesburg e Pretoria, la “Svizzera del Sud”, come il Lesotho si pubblicizza con orgoglio, è in gran parte senza rivali.

Gli snowboarder possono sfogarsi nella neve alta sui pendii della catena montuosa Maluti

4. La St. Moritz del Marocco

Un’altra stazione sciistica nel soleggiato continente africano è Oukaimeden – la stazione sciistica più alta e più famosa del Marocco. Il paradiso degli sport invernali, a soli 70 km da Marrakech, si trova nell’Alto Atlante, sul Djebel Toubkal, che è la montagna più alta del Nord Africa, con ben 4.167 metri. La stazione sciistica dispone di 20 chilometri di piste con un dislivello fino a 1.000 metri. C’è una seggiovia e sei ascensori a T, che funzionano da dicembre a marzo. La seggiovia la porta sulla montagna locale Ibel Oukaimeden, alta 3.273 metri. È necessario un senso di avventura, soprattutto sulle piste, che rimangono non battute. Il resort non lesina paragoni illustri: Oukaimeden si definisce la “St. Moritz del Marocco”. Anche gli appassionati di sci di fondo sono ben soddisfatti in Marocco. Le Montagne del Medio Atlante ospitano diversi chilometri di piste dove può dedicarsi al suo hobby tra boschetti di cedri innevati. È difficile immaginare che a soli 50 km di distanza ci siano palmeti sotto il caldo sole subtropicale e vacanzieri che si rilassano sulla spiaggia.

5. Le distese bianche del Sudafrica

Il Tiffindell Resort è situato in relativo isolamento sul versante meridionale del Ben McDhui, la montagna più alta del Capo a 3.001 metri. L’insediamento umano più vicino è la cittadina di Rhodes, a 22 chilometri di distanza. La distanza da Città del Capo è di 1.100 chilometri. La pista principale lunga 1 km, l’area per i principianti e i due impianti di risalita sono indissolubilmente legati all’hotel da 150 posti letto. C’è anche un piccolo snowpark. C’è un negozio di noleggio sci, una scuola di sci e un bar per l’après-ski. Nella “Stazione del ghiaccio 2720”, può anche bere grappa e vin brulé – e cocktail di neve. La stagione sciistica al Tiffindell Resort dura da fine maggio a fine agosto, con cannoni da neve ad alte prestazioni che in alcuni casi la prolungano fino a metà settembre, poiché la neve africana è un’esperienza piuttosto unica. Per questo motivo, le nevicate più deboli vengono utilizzate per allacciare gli sci e affrontare le piste.

C’è anche un piccolo SnowPark nell’area sciistica del Tiffindell Resort
  • martedì, 07. Maggio 2024
  • Autore: SnowTrex
  • Categoria: Top 10
Destinazioni per le escursioni nella Ötztal: 8 attrazioni lontano dalle piste

Nel cuore del Tirolo, immersa in un mondo montano mozzafiato, la Ötztal dispiega il ...

Destinazioni per le escursioni Zell am See-Kaprun: 8 attrazioni lontano dalle piste da sci

Dietro il pittoresco scenario alpino di Zell am See-Kaprun si nasconde un mondo ricco ...

$stickyFooter