Dietro le quinte dei comprensori sciistici: Manutenzione delle piste dopo la fine della stagione

1. Agosto 2023 - SnowTrex

La stagione è finita, gli impianti di risalita sono in funzione. L’estate sta arrivando. Cosa succede ora alle piste da sci? SnowTrex ha chiesto a qualcuno che sa tutto sulla manutenzione delle piste. Friedl Eberl è un firmatario autorizzato e direttore operativo di ferrovie di montagna Hohe Salve/SkiWelt Wilder Kaiser – Brixental. È responsabile del funzionamento, della manutenzione e della cura delle ferrovie di montagna e delle piste di Hopfgarten-Itter-Kelchsau.

I battipista vengono utilizzati soprattutto di notte.

Signor Eberl, cosa succede quando la stagione è finita?

Il primo giorno dopo la fine ufficiale della stagione sciistica, lo smantellamento delle piste inizia immediatamente. Ogni ferrovia di montagna sgombera le attrezzature di sicurezza, la segnaletica delle piste, i nastri barriera e i tappeti antiurto nella propria area di competenza. Tutto, ma proprio tutto, ciò che non ha un bell’aspetto visivo nell’area sciistica deve essere rimosso in primavera. Eseguiamo questo lavoro quando c’è ancora neve, in modo da poter trasportare il materiale più facilmente con le macchine da pista. Il materiale viene poi stoccato nelle stazioni a valle. La fase successiva è il lavoro di pulizia dopo lo scioglimento della neve. Partendo dalla base, puliamo le piste. Ogni pezzo di sporco, ogni pezzo di carta che le persone lasciano dietro di sé deve essere raccolto.

Gli ospiti lasciano molti rifiuti?

Devo dire che negli ultimi anni la quantità di rifiuti è diminuita. Ogni tanto un paio di occhiali, un bastone, le chiavi o un portafoglio, tutto qui. Il problema sono ancora le piccole cose, come i fazzoletti e i mozziconi di sigaretta. Ce ne sono parecchi.

Qual è stata la cosa più strana sulle piste finora?

Una volta sono uscito su un bruco. Era mattina presto, con una leggera nevicata. Abbiamo visto qualcosa di rosso nel mezzo di una bella pista. Siamo usciti e l’abbiamo guardato da vicino. Era un paio di mutandine strette, 20 metri più in alto c’era il reggiseno da abbinare. Viene da chiedersi come fa la lingerie sexy ad arrivare in questo posto? Abbiamo dovuto sorridere molto. Conserviamo gli oggetti di valore trovati, come passaporti, chiavi dell’auto o portafogli, e ne teniamo un elenco.

Dove parcheggiano effettivamente le gondole in estate?

Un articolo deve essere necessariamente fuori dalle piste?

Certo. Siamo responsabili di mantenere pulita l’intera area sciistica, in modo che il terreno possa essere utilizzato per l’agricoltura in estate. Le ferrovie di montagna si occupano di non lasciare assolutamente lo sporco in giro, in modo che gli agricoltori possano falciare e coltivare le aree.

il 99% delle nostre piste è utilizzato per scopi agricoli. Alla fine di maggio, tutte le piste vengono falciate e tutte le aree sono completamente pascolate fino all’ultima discesa. Il bestiame viene radunato e portato nelle aree. Si è scoperto che gli agricoltori hanno un grande vantaggio dall’innevamento delle piste. Poiché in primavera l’innevamento dura più a lungo e l’area di pascolo rimane più umida.

Perché l’innevamento sulle piste è vantaggioso?

L’erba rimane rigogliosa e verde più a lungo. Si tratta di un accordo pratico sia per noi che per gli agricoltori. Dopo tutto, la gestione dei pascoli alpini prevede un pascolo graduale. Il bestiame dovrebbe mangiare prima l’erba vicino alle pendici, poiché è meno umida e quindi appassisce più rapidamente. Poi è il turno dell’erba più lunga e rigogliosa sui pendii. Il vantaggio è che il bestiame riceve sempre erba fresca. Entrambe le parti traggono vantaggio da questo approccio. Si arriva persino al punto che alcuni agricoltori vengono da noi e ci chiedono: “Nevicate un po’ di più, in modo da avere erba fresca per il bestiame ancora più a lungo in estate”.

In passato, gli allevatori andavano prima al pascolo basso e poi al pascolo alto, perché lì l’erba era fresca anche più tardi. Qui otteniamo questo effetto con il nostro innevamento. La vegetazione viene praticamente spostata un po’ nel tempo. Questa forma di gestione del paesaggio è una questione importante per noi. Perché un buon manto erboso con una vegetazione sana ha come effetto che abbiamo bisogno di meno neve in autunno per ottenere una superficie ottimale. Inoltre, non ci sono pietre, ad esempio.

La preparazione perfetta delle piste richiede molte ore di guida dei cingoli.

Quanto tempo rimane per la manutenzione delle piste tra una stagione e l’altra?

È possibile sciare fino ad aprile. Entro metà maggio, l’intero comprensorio sciistico deve essere pulito. Tutto deve essere pronto entro un mese. Non possiamo mai escludere la possibilità che una macchina per le piste danneggi qualcosa, cioè che provochi danni all’area. Naturalmente, dobbiamo anche riparare questi danni.

Cosa succede prima dell’inizio della stagione invernale?

La guida del bestiame alpino avviene alla fine di settembre. Non appena il bestiame se ne va, possiamo sistemare di nuovo tutto. La stagione estiva termina a metà ottobre, mentre la stagione invernale inizia all’inizio di dicembre. Quindi, anche in questo caso, abbiamo solo poco più di un mese per farlo. Naturalmente, i cannoni da neve devono essere installati di nuovo.

Dove trascorrono l’estate i gatti delle nevi?

I caterpillar sono parcheggiati nei garage sulle piste. Ogni macchina ha bisogno di un proprio parcheggio, quindi le nostre dodici macchine hanno bisogno di dodici garage. Questo occupa molto spazio, ma non possono essere parcheggiati all’esterno, non solo per motivi visivi, ma anche per motivi tecnici.

Dove trascorrono l’estate le gondole e le seggiovie?

Negli impianti di risalita moderni, le singole gondole vengono tolte dalla fune ogni giorno e sottoposte alla manutenzione necessaria. Sugli impianti più vecchi, le sedie rimangono sulla fune. Nello SkiWelt non sono rimaste molte delle seggiovie più vecchie. Nel caso degli impianti più vecchi, valutiamo caso per caso se le seggiole devono rimanere sulla fune durante l’estate. In questi casi, l’unica cosa che conta davvero è l’aspetto della montagna. Se disturba il paesaggio, le sedie vengono tolte. Molte delle nostre gondole funzionano anche in estate. Subito dopo la stagione, è necessario effettuare la manutenzione di base. Le funivie che funzionano anche in estate vengono sottoposte a manutenzione alla fine della stagione in primavera e di nuovo prima dell’inizio della stagione in autunno. Ci sono molte regole da seguire, anche se abbiamo solo un mese per farlo. Gli ascensori che funzionano solo in inverno vengono poi manutenuti gradualmente durante l’estate.

Le gondole rimangono sulla fune, poiché vengono utilizzate anche in estate.

Cosa fanno gli addetti agli ascensori e i conducenti di gatti delle nevi in estate?

In inverno abbiamo circa 100 dipendenti a Hopfgarten. Di questi, 80 persone sono con noi solo nei tre mesi principali. La maggior parte di loro sono agricoltori e lavoratori edili che non possono lavorare sul cantiere in inverno. Sono tutti lavoratori ben qualificati. Gli autisti di camion spostano le macchine per le piste perché sono in grado di guidare le attrezzature. Solo per la nostra zona, come ho detto, abbiamo dodici dozer.

I conducenti hanno bisogno di molte conoscenze per preparare le piste?

Gli autisti dei battipista hanno un lavoro duro, è un lavoro notturno puro. I viaggi durano dalle otto alle nove ore. Negli ultimi cinque anni, la tecnica dell’argano è diventata il metodo più popolare per preparare le piste, perché produce i risultati migliori. La neve viene spinta sul pendio, cioè sempre dal basso verso l’alto. Per fare questo, il battipista è collegato a una corda che viene ancorata in cima alla montagna. La corda viene poi tesa fino a 1.000 metri verso il basso e il caterpillar viene tirato verso l’alto sulla corda. In questo modo la macchina risparmia molta energia. In questo modo possiamo preparare perfettamente anche i pendii molto ripidi. Si tratta della variante di preparazione delle piste più efficiente dal punto di vista energetico.

C’è qualche pericolo nella preparazione delle piste con la tecnica della corda?

La corda è tesa a circa 1,70 m dal suolo. Se i colleghi ci finiscono contro, c’è pericolo di vita. Non mettiamo in tensione la corda subito dopo la fine della pista alle 16.30, ma se qualcuno vuole scendere più tardi al tramonto, è assolutamente necessario seguire le regole. A questo scopo abbiamo installato luci rotanti e cartelli di avvertimento. Tuttavia, alcune persone trascurano o ignorano i nostri avvertimenti e gli incidenti accadono. Dobbiamo davvero fare attenzione. Durante il funzionamento degli ascensori, ovviamente, non ci sono macchine da pista in funzione.

FAQ sulla manutenzione delle piste

Cosa succede alle piste dopo la fine della stagione?

Immediatamente dopo la fine della stagione, inizia lo smantellamento delle piste: segnaletica, tappeti d’impatto, nastri di protezione, ecc. Non appena la neve si scioglie, anche l’area sciistica viene riordinata: tutti i rifiuti vengono raccolti in modo che i prati possano essere falciati e curati in estate.

Cosa si può trovare nel comprensorio sciistico dopo lo scioglimento della neve?

Oltre ai soliti rifiuti, come resti di carta e mozziconi di sigaretta, gli operatori delle ferrovie di montagna trovano di volta in volta occhiali, bastoni, chiavi o portafogli.

Cosa succede alle piste prima dell’inizio della stagione?

Dopo lo sgombero dell’alpeggio, l’area viene preparata per lo sci. Tutte le macchine e i materiali, come i cannoni da neve, i tappeti di impatto, la segnaletica delle piste, ecc. vengono rimessi in funzione.

Dove passano l’estate i battipista?

I battipista sono parcheggiati nei loro garage durante l’estate.

10 buoni motivi per sciare in Alto Adige

Sul versante meridionale delle Alpi, incastonato tra le Dolomiti, Patrimonio ...

Dietro le quinte dei comprensori sciistici: Manutenzione delle piste dopo la fine della stagione

La stagione è finita, gli impianti di risalita sono in funzione. L’estate sta ...

$stickyFooter