I sei infortuni da sci più comuni – e come evitarli

5. Luglio 2023 - SnowTrex

Lo sci diventa più sicuro a ogni stagione. Le statistiche sugli incidenti lo dimostrano: sempre meno appassionati di sport invernali si infortunano ogni anno. Questo significa una maggiore protezione attraverso l’equipaggiamento e sciatori più preparati e più attenti. Tuttavia, come per ogni sport, esiste un certo rischio di infortunio quando si scia. SnowTrex ha stilato una rassegna dei sei traumi da sci più comuni, alle loro cause e a come gli appassionati di sport invernali possono evitarli al meglio sulle piste.

Ahi! I sei infortuni più comuni sugli sci e come evitarli.


I punti di infortunio più comuni quando si scia

Lesioni al ginocchio

Sono le ginocchia a soffrire maggiormente a causa dello sci. Questo perché sia le donne che gli uomini si infortunano più spesso in questo punto. Tuttavia, le differenze sono notevoli. Ben il 44% di tutte le donne ha subito un infortunio al ginocchio nella stagione invernale 2016/2017, mentre tra gli sciatori maschi la percentuale era solo del 23%. Ciò significa che le lesioni al ginocchio sono, in media, l’infortunio più comune nello sci.

Lesioni alla spalla

Dopo gli infortuni al ginocchio, gli infortuni alla spalla sono particolarmente comuni tra gli uomini (24,5 percento). Ben il 20 percento di tutti gli sciatori si infortuna in quest’area, seguita dalle lesioni alla testa (undici percento).

Lesioni al tronco

Il tronco è un’altra area in cui molti appassionati di sport invernali si infortunano. Più del nove percento subisce lesioni in quest’area. Si tratta quindi della quarta area di infortunio più comune nello sci.

Lesioni all’anca, alla coscia e alla parte inferiore della gamba

Al quinto posto degli infortuni più comuni nello sci ci sono l’anca e la coscia e al sesto posto della scala degli infortuni ci sono gli arti inferiori.

In ogni comprensorio sciistico sono presenti dei paramedici, che spesso viaggiano anche con i cani da soccorso e sono a disposizione in caso di emergenza.

Sopravvalutarsi: molti infortuni potrebbero essere evitati

Come è quasi ovvio dal primo sguardo a queste lesioni particolarmente comuni, le cadute sono le principali cause di lesioni durante lo sci. L’84 percento di tutte le lesioni da sci sono auto inflitte e si verificano dopo le cadute. Solo il sei percento degli incidenti sciistici si verifica dopo una collisione con altri sciatori.

Da un lato, questo significa che le piste stesse sono sicure e che le moderne attrezzature da sci prevengono molti incidenti più gravi. D’altra parte, questo dimostra anche che le cadute sono per lo più dovute a colpe proprie e possono quindi essere evitate.

Gli esercizi di riscaldamento all’inizio della giornata sugli sci aiutano a prevenire gli infortuni.

Ad esempio, più della metà degli sciatori si infortuna nei primi due giorni di vacanza sugli sci. Oltre all’altitudine non abituale, le condizioni meteorologiche particolari portano a cadute più frequenti in questo periodo. Inoltre, spesso il corpo non è preparato allo sforzo imminente a causa della mancanza di un’adeguata preparazione fisica per gli sport invernali e la mancanza di pratica si fa sentire anche nelle cadute.

Tutto ciò può essere evitato se gli sciatori e gli snowboarder utilizzano un approccio più prudente durante i primi giorni sulle piste. Ciò comporta fare abbastanza pause durante la giornata, percorrere piste più facili all’inizio e terminare la giornata sciistica nel primo pomeriggio. Questo permette al corpo di abituarsi all’altitudine e alle esigenze sportive, senza che si verifichino infortuni nell’area sciistica a causa di non curanza o mancanza di allenamento.

Chi si accorge, dopo le prime discese, di sentirsi insicuro sugli sci, può anche seguire un corso di sci. In questo modo può rinfrescare e approfondire le proprie conoscenze, per poi applicarle in modo sicuro sulle piste.

Le scuole di sci sono il posto migliore per imparare a sciare in sicurezza.

In generale, la sopravvalutazione delle proprie capacità e il conseguente stile di sciata più rischioso sono un altro motivo di infortuni sugli sci. Inoltre, sia gli sci carving larghi che le piste ben preparate trasmettono una forte sensazione di sicurezza, che può indurre gli sciatori a comportamenti rischiosi.

Anche in questo caso, è meglio essere sicuri che dispiaciuti e quindi terminare la vacanza sugli sci. Chi aumenta lentamente la velocità e la difficoltà delle piste, non solo si divertirà altrettanto nella discesa, ma avrà anche un rischio molto più basso di infortunio.

La disattenzione è una delle cause più comuni di cadute e collisioni durante lo sci, anche oltre i primi giorni di vacanza sulla neve. Naturalmente, una collisione non può essere sempre evitata, ma se ci si reca sulle piste ben riposati, si è fisicamente più pronti e quindi si può sciare con maggiore attenzione, evitando molti di questi incidenti.

Il riscaldamento prima della prima discesa è da non sottovalutare, in quanto è importantissimo, al fine di attivare la circolazione e riscaldare adeguatamente i muscoli, riducendo il rischio di lesioni sulle piste.

Se si beve non si guida: vale anche per le piste!

Tra una discesa e l’altra, gli sciatori dovrebbero sempre fare delle pause e bere a sufficienza, preferibilmente acqua e non alcol. Anche gli spuntini non troppo abbondanti aiutano a recuperare le forze e quindi a sciare con maggiore concentrazione e lucidità. Questo si traduce in un minor numero di cadute e quindi di infortuni.

Questo equipaggiamento aiuta a prevenire gli infortuni

Oltre a una sciata prudente e attenta, l’attrezzatura può anche aiutare enormemente a minimizzare il rischio di lesioni durante lo sci.

Indossare le protezioni previene lesioni peggiori in caso di caduta.

Gli sciatori giovani e maschi, in particolare, si affidano ai para schiena per gli sport invernali. Questi possono almeno attutire le cadute nella zona della schiena e del busto, anche se l’utilizzo delle protezioni non significa che gli appassionati di sport invernali possano o debbano essere meno prudenti e sciare più velocemente, con maggiore rischio.

Anche le protezioni per i polsi offrono una buona protezione in caso di caduta. Ma la protezione migliore in termini di equipaggiamento è il casco da sci, che per la maggior parte delle persone è già un equipaggiamento standard. Il casco protegge da gravi lesioni alla testa in caso di caduta e dovrebbe quindi essere fondamentale per ogni appassionato di sport invernali.

SnowTrex mostra in questo video clip quali parti del corpo possono essere spesso colpite da un infortunio sugli sci e come queste lesioni possono essere evitate:

Anche se gli incidenti sugli sci non possono mai essere evitati del tutto, molte delle principali lesioni dopo le cadute possono essere prevenute grazie a una sciata attenta, alla prudenza e a un buon equipaggiamento protettivo.

FAQ sulle traumi da sci

Lo sci è uno sport rischioso?

Come in tutti gli sport, anche nello sci esiste il rischio di infortuni. Tuttavia, il numero di infortuni degli sportivi invernali è storicamente basso e le lesioni non sono più così gravi. I pericoli maggiori nello sci sono rappresentati dal fatto che gli appassionati di sport invernali si sopravvalutano, sciano in modo troppo rischioso e non sono abbastanza attenti.

Quali sono le lesioni da sci più comuni?

Le sei principali aree di infortunio nello sci sono le ginocchia, le spalle, la testa, il busto, i fianchi, le cosce e gli arti inferiori.

Quali sono le principali cause degli incidenti?

Le cadute auto inflitte sono di gran lunga la causa più comune di questi infortuni sciistici. Spesso gli sciatori iniziano le loro vacanze con troppa ambizione e sciano troppo velocemente e con troppo rischio. Spesso non si prendono il tempo necessario per abituare il proprio corpo a questo sport, all’altitudine e alle condizioni meteorologiche.

Come possono gli appassionati di sport invernali evitare infortuni durante lo sci?

Più uno sciatore è preparato e più è attento a sciare, più sarà sicuro sulle piste. Pertanto, gli appassionati di sport invernali dovrebbero sempre andare sulle piste ben riposati, riscaldarsi prima, fare pause sufficienti, bere molti liquidi e aumentare gradualmente la velocità di percorrenza e la difficoltà delle discese.

Devo praticare sport agonistici per sciare in sicurezza?

No. Tuttavia, lo sci richiede una certa forma fisica e condizione generale. Pertanto, è consigliabile praticare uno sport moderato ma regolare al di fuori della stagione sciistica. Non è importante l’intensità dello sport, ma solo la regolarità dell’esercizio.

Cosa succede quando gli sciatori osservano una caduta?

Ogni appassionato di sport invernali è tenuto a prestare soccorso in caso di incidente. La prima cosa da fare è mettere in sicurezza il luogo dell’incidente, verificare lo stato dell’infortunio, chiamare i soccorsi e prestare il primo intervento all’infortunato.

Quali dispositivi di sicurezza proteggono dagli infortuni sugli sci?

Il casco da sci offre la protezione più importante. Tuttavia, anche le protezioni sulla schiena e sui polsi possono essere una buona protezione aggiuntiva se gli sciatori non si lasciano tentare da comportamenti sciistici più rischiosi.

Destinazioni per le escursioni nella Ötztal: 8 attrazioni lontano dalle piste

Nel cuore del Tirolo, immersa in un mondo montano mozzafiato, la Ötztal dispiega il ...

Destinazioni per le escursioni Zell am See-Kaprun: 8 attrazioni lontano dalle piste da sci

Dietro il pittoresco scenario alpino di Zell am See-Kaprun si nasconde un mondo ricco ...

$stickyFooter