Insieme sulle piste: Sciare in sicurezza in gruppo

31. Luglio 2023 - SnowTrex

Sciare in gruppo è un’esperienza fantastica. Ma se si va sulle piste insieme ad altri, non si può semplicemente iniziare a sciare: Dalla scelta del percorso alla pausa insieme – sciare in gruppo richiede considerazione reciproca, pazienza e quindi deve essere ben pianificato. SnowTrex mostra come, con un po’ di preparazione, sciare in gruppo sia sicuro e divertente.

Sciare in gruppo richiede considerazione e deve essere ben coordinato.


Lo sci misto deve essere ben pianificato

Chi parte per una vacanza sulla neve con un gruppo deve essere consapevole che sciare insieme richiede molta pazienza e considerazione. Tutti dovranno anche scendere a compromessi di tanto in tanto. Dopo tutto, si tratta di divertirsi insieme al gruppo.

Ecco perché è importante mettersi d’accordo prima della settimana bianca. Cosa vogliono gli altri? Quali obiettivi si sono prefissati? Quali attività dovrebbero essere intraprese al di fuori delle piste? Più le idee sono chiare, migliore sarà la pianificazione.

In questo modo, eviterà che il gruppo si renda conto solo sulle piste o durante la vacanza che ognuno vuole qualcosa di diverso.

È importante parlare in anticipo dei diversi livelli di abilità e delle preferenze del gruppo.

Conciliare i diversi livelli

Un gruppo misto rende lo sci divertente, ma naturalmente riunisce anche molti livelli diversi di sci. In questo caso, naturalmente, non è consigliabile sciare sulle piste nere con i principianti.

Invece, chi viaggia in gruppo si adatta sempre ai più deboli. In questo modo, nessuno corre rischi inutili e nessuno viene messo in pericolo. Questo inizia già con la selezione del percorso: se il gruppo è composto da principianti avanzati ed esperti, ad esempio, le piste rosse di media difficoltà sono le più adatte. Questo non deve essere noioso nemmeno per gli sciatori esperti, se utilizzano le piste per migliorare la loro tecnica sciistica. È anche possibile aiutare i più inesperti del gruppo, in modo che alla fine della vacanza sciistica sia possibile sciare insieme su una pista nera.

Il livello deve essere adattato al membro del gruppo con meno esperienza.

Se i livelli sono troppo diversi, è meglio dividere il gruppo in modo che i principianti e gli avanzati guidino su piste diverse. Questo non deve diminuire l’esperienza del gruppo, se il gruppo si riunisce comunque per il pranzo, ad esempio. Un’altra opzione è che i corridori esperti si uniscano ai principianti per le prime discese, ad esempio, prima che il gruppo si divida.

Trovare compromessi per le diverse preferenze

Ma anche se tutti i membri del gruppo sono allo stesso livello, potrebbero esserci preferenze diverse. Mentre alcuni del gruppo preferiscono sciare fuori pista, altri preferiscono esercitarsi nelle curve corte sulle gobbe. In questo caso, è importante concordare in anticipo e possibilmente alternare i percorsi, a seconda delle preferenze, in modo che tutti possano trarre beneficio.

È anche importante considerare le dimensioni del gruppo quando sceglie un percorso. Se viaggia con molte altre persone, è meglio evitare le piste più affollate. Se nota che il gruppo è troppo numeroso e ostacola gli altri sciatori, è meglio dividersi.

Se il gruppo si addentra nella neve alta, spesso è opportuno dividere il gruppo per la discesa.

Sciare con i bambini

Se gli adulti sciano con i bambini, ci sono diverse opzioni. Naturalmente, l’intera famiglia può sciare insieme, se è possibile. Tuttavia, è importante tenere d’occhio i bambini in ogni momento. Inoltre, i bambini non dovrebbero essere lasciati soli sull’ascensore.

Se viaggia con dei bambini, è meglio spiegare loro le regole con calma e in anticipo, e assicurarsi che le comprendano e siano in grado di applicarle.

Alcune stazioni sciistiche offrono anche corsi o tour speciali per bambini o addirittura un’area per bambini. In questo modo, i più piccoli sono al sicuro con un istruttore di sci o possono scatenarsi con altri bambini, mentre gli adulti possono sciare in modo indipendente. Un’altra opzione è che un adulto scii con i bambini mentre il resto del gruppo scia su altre piste. Questo è un buon modo per fare i turni ogni giorno.

Per i bambini è consigliabile frequentare un corso di sci.

Sciare in gruppo

Se scia in gruppo, deve anche adattare il suo comportamento sciistico di conseguenza. Questo include la considerazione per gli altri sciatori, ma anche per i membri del suo gruppo.

Anche in questo caso vale la regola di base: Lo sciatore più debole detta il ritmo! Perché quando gli sciatori più bravi aumentano il ritmo, gli altri naturalmente non li seguono. Questo è frustrante, crea un cattivo umore nel gruppo e si può perdere rapidamente. Inoltre, si rischia un comportamento rischioso da parte degli sciatori inesperti. Chi sta davanti deve quindi sempre tenere presente di aspettare gli sciatori più lenti che si trovano in mezzo. Si assicuri di fermarsi a bordo pista per non mettere in pericolo se stesso o gli altri.

Quando arrivano gli altri corridori, non prosegua subito, ma conceda anche a loro una breve pausa. Naturalmente, questo non dovrebbe accadere quando le piste sono particolarmente strette, per non ostacolare nessuno. Pertanto, può essere utile dare un’occhiata alle mappe delle piste la sera prima o prima della partenza e determinare qui i punti di attesa più adatti per una breve pausa.

Gli atleti invernali inesperti devono stabilire il ritmo nel gruppo.

È consigliabile che tutti i ciclisti di un gruppo abbiano una mappa delle piste, una cartina e un telefono cellulare carico e con credito sufficiente per poter comunicare in caso di emergenza. Inoltre, è opportuno fissare in anticipo diversi punti di incontro e orari. Se qualcuno si perde, ogni conducente sa dove trovare gli altri.

Inoltre, può concordare gli orari della pausa pranzo e dell’ultima partenza della giornata prima di partire. Questo è più facile che cercare di comunicare durante il viaggio e fornisce anche punti di incontro fissi nel caso in cui si perdesse.

Evitare il caos sull’ascensore

Non solo lo sci sulle piste, ma anche la coda all’impianto di risalita deve essere ben pianificata in un gruppo. Altrimenti, l’intero gruppo potrebbe essere bloccato. Più il gruppo è disorganizzato all’impianto di risalita, più lunga sarà la coda.

Una coda ordinata all’ascensore in gruppo evita lunghi tempi di attesa.

Un breve accordo prima di mettersi in coda fa risparmiare tempo e rende l’attesa più piacevole per tutti. Ad esempio, il gruppo può concordare un ordine di accodamento: Se questo corrisponde alle capacità – prima i corridori veloci – si è già pronti per la discesa nel giusto ordine in cima. Questo rende la discesa più facile per il gruppo e per gli altri sciatori.

Se la coda agli impianti di risalita è in file da due, è opportuno fare una breve discussione in anticipo: Chi farà la fila con chi e in che ordine. Più spesso lo farà, più la coda sarà scorrevole e non disturberà gli altri appassionati di sport invernali, anche in gruppi numerosi. In questo caso, ad esempio, gli sciatori esperti possono aspettare con i principianti per aiutarli a risolvere eventuali incertezze.

Sciare in gruppo richiede un po’ più di pianificazione rispetto a chi è solo o in due. Tuttavia, se si è ben preparati, si è d’accordo e si è premurosi e pazienti, ci si può divertire molto anche in una vacanza sciistica di gruppo.

FAQ sullo sci in gruppo

Qual è il modo migliore per prepararsi a una settimana bianca di gruppo?

Se andate in settimana bianca con un gruppo più numeroso, dovreste discutere le vostre idee e i vostri desideri prima della vacanza. In questo modo, da un lato è più facile pianificare la vacanza insieme e, dall’altro, si evitano delusioni o attriti sul posto.

Come si fa a trovare un percorso adatto a diversi livelli di abilità?

Gli sciatori più inesperti dettano la scelta dei percorsi. Per gli sciatori più bravi, questo può significare che si trovano su percorsi più facili di quelli a cui sono abituati. Possono approfittarne, ad esempio, per lavorare sulla loro tecnica di sciata. Se i livelli sono troppo diversi, può essere più sensato dividere i gruppi.

Cosa bisogna tenere presente quando si viaggia in gruppo con i bambini?

Chi viaggia con bambini deve spiegare loro pazientemente le regole in anticipo e assicurarsi che abbiano capito tutto. Quando sono sulle piste o negli impianti di risalita, i bambini non devono mai essere lasciati soli.

Come si fa la coda all’ascensore in gruppo?

Per evitare il caos e risparmiare tempo, è consigliabile pensare in anticipo a un ordine di coda come gruppo. Ad esempio, i ciclisti più veloci che partono per primi in cima possono mettersi in coda per primi o per ultimi per raggiungere i ciclisti più lenti. Se la coda viene fatta in file da due, si può anche risparmiare tempo concordandolo in anticipo e non disturbando così gli altri sciatori.

10 buoni motivi per sciare in Alto Adige

Sul versante meridionale delle Alpi, incastonato tra le Dolomiti, Patrimonio ...

Dietro le quinte dei comprensori sciistici: Manutenzione delle piste dopo la fine della stagione

La stagione è finita, gli impianti di risalita sono in funzione. L’estate sta ...

$stickyFooter