Pneumatici invernali – un’ampia selezione e un must per tutti i conducenti nella stagione fredda

28. Maggio 2024 - SnowTrex

Le foreste innevate e le acque ghiacciate garantiscono una vera sensazione invernale nella stagione fredda. Tuttavia, queste condizioni rappresentano anche una sfida per molti automobilisti, soprattutto sulla strada. Per dominarle, è necessario avere il giusto equipaggiamento invernale per il proprio veicolo. E nulla è più importante di buoni pneumatici invernali. Avere gli pneumatici giusti sulla sua auto aumenta la trazione sulle strade innevate e quindi la sicurezza per tutti gli utenti della strada. SnowTrex spiega cosa rende uno pneumatico adatto alla stagione fredda e come può contribuire a rendere rilassante il viaggio verso la sua stazione sciistica preferita, con una breve guida agli pneumatici invernali.

Per la propria sicurezza e per quella degli altri utenti della strada, i conducenti devono sempre montare gli pneumatici invernali quando il manto nevoso è chiuso

I pneumatici giusti mettono gli automobilisti in vantaggio in inverno

Gli pneumatici estivi a basso profilo non solo non sono utili sulle strade innevate nella stagione fredda, ma rappresentano anche un pericolo per gli altri utenti della strada e non sono nemmeno consentiti in queste condizioni. In fin dei conti, solo gli pneumatici giusti possono far progredire gli automobilisti in inverno – letteralmente. Ma come fanno gli appassionati di sport invernali che vogliono guidare la propria auto in montagna a riconoscere gli pneumatici invernali giusti? La prima cosa da tenere d’occhio quando si acquista un nuovo set di pneumatici è l’etichetta UE dei pneumatici. Dal 2012, gli pneumatici per auto – come le lavatrici o i frigoriferi – devono essere etichettati con questo adesivo dai rivenditori. Ciò consente agli acquirenti di pneumatici di vedere a prima vista le seguenti informazioni: Produttore, identificatore del tipo di pneumatico, dimensioni del pneumatico, indice di carico, indice di velocità e classe del pneumatico. L’adesivo indica anche le prestazioni dei pneumatici in una procedura di test in tre categorie: Resistenza al rotolamento, proprietà di frenata sul bagnato e rumore esterno della strada.

La resistenza al rotolamento di uno pneumatico è in definitiva decisiva anche per il consumo di carburante. Tutti gli pneumatici omologati nell’UE sono suddivisi nelle classi da A (verde scuro = ottimo) a E (rosso = scarso). Gli esperti stimano che tra la classe A e la classe G vi sia un potenziale di risparmio di carburante del 7,5%. Per la maggior parte delle auto vendute nell’UE, ciò significa circa 0,5 litri in meno per 100 chilometri. Quindi, con gli pneumatici giusti, può risparmiare su ogni viaggio! Uno dei tanti consigli che gli automobilisti dovrebbero tenere a mente quando si tratta di pneumatici invernali.

Proprio come la resistenza al rotolamento, anche le proprietà di frenata sul bagnato di uno pneumatico sono suddivise in classi da A a E. In questa categoria viene classificata l’aderenza degli pneumatici durante la frenata di emergenza su strade bagnate. E quindi anche direttamente la sicurezza stradale dei rispettivi pneumatici. Soprattutto in inverno, quando le strade sono spesso molto bagnate, i conducenti devono essere consapevoli che le differenze nello spazio di frenata tra i pneumatici di classe A ed E sono enormi. In alcuni casi fino al 30 percento. Per un’auto che viaggia a 100 km/h, ciò significa che lo spazio di frenata per un arresto di emergenza su una strada bagnata è di quasi 28 m più lungo. In concreto, questo significa che un’auto con pneumatici invernali di classe E sta ancora viaggiando a oltre 65 km/h, mentre lo stesso veicolo con pneumatici di classe A è già fermo!

Come per gli elettrodomestici, un’etichetta UE indica anche la classificazione degli pneumatici per auto

Infine, il rumore esterno di guida è indicato sull’etichetta con un pittogramma del pneumatico e un simbolo dell’altoparlante. Il volume effettivo del rumore di rotolamento è indicato in decibel (dB). Se la lettera “A” è in grassetto sotto l’altoparlante, il pneumatico è al di sotto del valore limite di 3 dB o più. Se la “B” è in grassetto, il livello di rumore è inferiore di 3 dB al valore limite. Nessun pneumatico è contrassegnato da una “C” perché in questo caso è più rumoroso del valore limite dell’UE e quindi non sarebbe idoneo all’omologazione. Per inciso, i limiti di rumorosità non sono gli stessi per tutte le ruote, indipendentemente dal fatto che si tratti di pneumatici estivi o invernali. Dipendono dalla classificazione, dalla larghezza e dal tipo di pneumatico e quindi in alcuni casi differiscono notevolmente.

Questo video spiega quanto può essere costoso per i conducenti in Germania se vengono sorpresi dalla polizia senza i giusti pneumatici in condizioni stradali invernali e, soprattutto, perché:

Winter Tyres v Summer Tyres: the Truth! - Auto Express

Un’auto nel garage, tanti pneumatici invernali in offerta

Gli automobilisti in Germania che sono alla ricerca di nuovi pneumatici per la stagione fredda si trovano ora di fronte a un piccolo dilemma. I rivenditori di pneumatici e ricambi auto offrono oggi un’ampia gamma di pneumatici per tutte le stagioni. E se in realtà non ci sono due opinioni sulla questione degli pneumatici estivi tra maggio e settembre, il resto dell’anno è una storia diversa. Dopotutto, può iniziare a nevicare già a ottobre o può esserci ancora il gelo ad aprile. In queste condizioni, gli pneumatici estivi non sono ammessi sulle strade. La maggior parte degli automobilisti, quindi, opta tradizionalmente per i classici pneumatici invernali in questo periodo dell’anno. Ma che dire degli pneumatici per tutte le stagioni, noti anche come pneumatici per tutte le stagioni o pneumatici M&S?

Prima di tutto: gli pneumatici invernali sono ancora la prima scelta per il ghiaccio e la neve. Tuttavia, questo non significa che gli pneumatici all-season siano un errore in inverno. Negli ultimi anni, la domanda di questo materiale versatile è aumentata notevolmente tra gli automobilisti. La percentuale di auto vendute in Germania con pneumatici all-season ha raggiunto il 15% in alcuni casi. Il chiaro vantaggio degli pneumatici all season è che devono essere sostituiti solo quando sono veramente usurati. Per il resto, gli pneumatici si comportano bene sia con le alte temperature in estate che con il gelo in inverno. I conducenti che sono coinvolti in un incidente su neve e ghiaccio con pneumatici per tutte le stagioni in inverno non devono temere che la loro copertura assicurativa decada. A differenza di quanto accade con gli pneumatici estivi, sono ancora protetti dai costi.

Il prerequisito per questo è che i pneumatici per tutte le stagioni non abbiano solo il noto simbolo M S sul fianco del pneumatico. Anche il simbolo alpino (fiocco di neve in una montagna) deve essere impresso sul pneumatico. Quest’ultimo in particolare è assolutamente fondamentale. Gli pneumatici che sono contrassegnati solo con M S non possono essere utilizzati in inverno. A meno che non siano stati prodotti prima del 1° gennaio 2018. In questo caso, la legge consente di guidarli sulla neve fino al 30 settembre 2024. In alternativa al cambio annuale tra pneumatici estivi e invernali, i pneumatici per tutte le stagioni sono adatti soprattutto ai piccoli proprietari di auto che vivono in una regione dove nevica raramente o mai. Se percorrono solo brevi distanze e lasciano l’auto parcheggiata in inverno in caso di clima estremo, allora possono tranquillamente utilizzare gli pneumatici per tutte le stagioni da gennaio a dicembre.

Gli pneumatici invernali sono progettati in modo ottimale per la guida sulla neve grazie alla loro speciale mescola di gomma e alla profondità del battistrada

Con il loro battistrada caratteristico, gli pneumatici invernali offrono ancora le migliori prestazioni nel tragitto verso la stazione sciistica. Le loro mescole speciali li rendono resistenti al gelo e le lamelle del battistrada assicurano un incastro perfetto anche su strade scivolose, fornendo la massima trazione. In questo tipo di clima in alta montagna, i pneumatici per tutte le stagioni, con la loro miscela di proprietà diverse, rimangono solo un compromesso tra pneumatici estivi e invernali.

Come guidare in modo sicuro ed economico durante l’inverno

Anche se ogni anno i produttori lanciano sul mercato nuovi pneumatici invernali con una grande offensiva di prodotto, si possono facilmente dividere in tre segmenti di prezzo: il segmento degli pneumatici premium, il segmento degli pneumatici di qualità e il segmento degli pneumatici economici. Il primo è occupato da produttori di pneumatici di fama mondiale come Pirelli, Michelin e Bridgestone. Grazie alle innovazioni tecniche, i loro prodotti sono sempre all’avanguardia. Naturalmente, questo ha un impatto anche sul prezzo di un nuovo set di pneumatici, che parte da circa 280 euro e si apre al top.

Tuttavia, un prezzo elevato non è garanzia di un pneumatico di qualità autentica. Questo è esattamente ciò che si può trovare nel segmento di prezzo successivo. La migliore trazione, con piccole differenze nelle caratteristiche di guida e nel materiale, a un costo accettabile. Tenendo conto di questi fatti, gli automobilisti possono scegliere senza problemi gli pneumatici invernali di Dunlop, Hankook o Uniroyal. Il loro costo è compreso tra 200 e 320 euro per un set di quattro pneumatici. I prodotti di produttori come Petlas, Save o Superia sono più economici e quindi rientrano nel segmento degli pneumatici economici. Questi pneumatici sono solitamente prodotti in Asia. Anche qui si possono trovare pneumatici nuovi economici e di buona qualità, ma gli automobilisti devono chiedere consiglio all’officina specializzata. Dovrebbe prevedere un budget compreso tra 160 e 280 euro per quattro pneumatici invernali nuovi.

Ciò che i rulli di gomma di tutti e tre i segmenti hanno in comune, tuttavia, è il fatto che questi pneumatici invernali non dovrebbero essere guidati in estate. Semplicemente non sono progettati per le temperature esterne calde e l’asfalto caldo e asciutto. In questo clima, i test mostrano chiaramente come le prestazioni degli pneumatici invernali si degradino drasticamente. Sulle strade bagnate, gli pneumatici ottengono ancora risultati accettabili per la stagione fredda. In condizioni estive, invece, lo spazio di frenata degli pneumatici invernali può aumentare fino a 16 metri a 100 km/h. A causa della mescola più morbida progettata per il gelo, gli pneumatici invernali non solo si consumano più rapidamente con il caldo, ma iniziano anche a “spalmare” sull’asfalto. Questa condizione riduce l’aderenza alle alte velocità, a pieno carico o nelle lunghe curve. Questo è un altro motivo per cui gli esperti di automobili sconsigliano vivamente di guidare con pneumatici invernali in estate.

Quando è consigliabile guidare con pneumatici invernali?

Non esiste una scadenza ufficiale per il montaggio degli pneumatici invernali sulla sua auto. In Germania, si parla spesso di “O to O” (da ottobre a Pasqua) quando si tratta di passare dai pneumatici estivi a quelli invernali. Questa “regola” non è scolpita nella pietra. Tuttavia, nelle regioni montuose, le temperature invernali e le prime forti nevicate possono verificarsi già all’inizio dell’autunno, alla fine di settembre. Pertanto, in genere non c’è nulla di sbagliato nella regola “da O a O”. Un’altra guida per il cambio degli pneumatici è quella di guardare ai Paesi vicini. I Paesi alpini come l’Austria hanno introdotto l’obbligo di pneumatici invernali per un determinato periodo dell’anno. Questo vale solitamente dall’inizio di novembre a metà aprile e rappresenta un buon punto di riferimento per i visitatori stranieri.

Altri Paesi, altre regole sui pneumatici

Norme sugli pneumatici invernali in Germania

Secondo la normativa tedesca sul traffico stradale (StVO), gli pneumatici invernali sono obbligatori in determinate situazioni. Questo vale quando le temperature sono così basse che l’acqua piovana potrebbe congelare sulla carreggiata. Oppure se nevica ininterrottamente, tanto da formare una coltre di neve chiusa. Oppure quando lo splendore bianco si scongela e si forma una fanghiglia scivolosa sull’asfalto. In questi tre casi, le auto con pneumatici estivi non possono più circolare sulle strade. Tuttavia, la situazione è diversa se il sole splende a dicembre o gennaio e il manto stradale è completamente asciutto. In queste condizioni, anche i veicoli con pneumatici per la stagione calda possono circolare sulle strade. Tra l’altro, il requisito degli pneumatici invernali per i rimorchi è stato completamente abolito in Germania nel 2010. Tuttavia, in altri Paesi europei, soprattutto nelle Alpi, le regole relative agli pneumatici invernali sono molto diverse.

Normativa sugli pneumatici invernali in Austria

In Austria, ad esempio, gli pneumatici invernali sono obbligatori in condizioni stradali invernali tra il 1° novembre e il 15 aprile. Durante questo periodo, devono essere contrassegnati dal simbolo M&S, che non si applica agli pneumatici per tutte le stagioni o per tutte le stagioni, anche se questi non sono generalmente vietati nella repubblica alpina. Chiunque venga sorpreso dalla polizia con pneumatici estivi sulla propria auto dovrà fare i conti con le proprie tasche. Perché potrebbe essere multato fino a 5.000 euro!

Normativa sugli pneumatici invernali in Svizzera

In Svizzera, normalmente nota per le sue severe e soprattutto costose norme stradali, gli pneumatici invernali non sono obbligatori. Se tuttavia guida su strade sdrucciolevoli con pneumatici estivi e viene coinvolto in un incidente, dovrà pagare una responsabilità solidale per “pneumatici inadeguati” e una multa di circa 90 euro.

Normativa sugli pneumatici invernali in Italia

Sulle strade dei passi di montagna, come qui sullo Stelvio in Italia, alcuni Paesi europei hanno reso obbligatori gli pneumatici invernali nella stagione fredda

Più a sud in Italia, gli automobilisti dovrebbero andare sul sicuro nella stagione fredda e montare pneumatici invernali. Il motivo: nella Bella Italia, alcune regioni hanno introdotto l’obbligo di pneumatici invernali, mentre altre no. A volte la normativa è indicata solo temporaneamente dalla segnaletica. In Alto Adige, una delle regioni più popolari per gli sport invernali, tuttavia, gli pneumatici invernali sono obbligatori dal 15 novembre al 15 aprile. I carabinieri locali possono comminare una multa da 87 a 345 euro per le infrazioni.

Normativa sugli pneumatici invernali in Francia

Guidare con pneumatici estivi in inverno non è così costoso in Francia. Ma c’è un’altra penalizzazione. Anche in questo caso, gli pneumatici invernali sono obbligatori solo nelle regioni montane delle Alpi, dei Pirenei, dei Vosgi, del Giura e del Massiccio Centrale, nonché in Corsica. Tuttavia, questo vale in modo permanente tra il 1° novembre e il 31 marzo e non a seconda della situazione meteorologica. I conducenti che vengono sorpresi dalla gendarmeria senza i pneumatici adeguati devono pagare una multa di 135 euro e lasciare l’auto parcheggiata. Ciò significa che i funzionari francesi hanno il diritto di immobilizzare le auto senza pneumatici invernali in caso di nevicate e gelo!

Solo uno pneumatico invernale sano è un buon pneumatico invernale

Per poter offrire una trazione ottimale anche in condizioni stradali difficili durante la stagione fredda, è particolarmente importante la manutenzione degli pneumatici invernali. In caso di difetti riconoscibili, gli pneumatici devono essere sostituiti immediatamente. È sempre facile capire se uno pneumatico è buono per un’altra stagione prima del cambio semestrale. La profondità del battistrada del pneumatico è assolutamente fondamentale. Di norma, i produttori forniscono pneumatici invernali nuovi con una profondità del battistrada di 9 mm. In questa condizione, offrono un’aderenza ottimale su ghiaccio e neve. In Germania, i conducenti possono mantenere gli pneumatici fino a quando non raggiungono una profondità del battistrada di 1,6 mm. Se i rulli di gomma sono consumati fino a questo punto, gli pneumatici devono essere sostituiti.

Misurare la profondità del battistrada degli pneumatici invernali

Se il valore è ancora conforme alle norme tedesche sul traffico stradale (StVO), può essere facilmente determinato con un regolo pieghevole o un altro nastro di misurazione (il punto di misurazione è sempre al centro del battistrada). Se non lo ha a portata di mano, può anche utilizzare una moneta da 1 euro. La regola empirica è: se il bordo dorato sporge dai blocchi di gomma, la profondità del battistrada è sicuramente inferiore a 1,6 mm. I conducenti che desiderano la massima sicurezza dovrebbero considerare l’acquisto di nuovi pneumatici invernali con una profondità del battistrada di 4 mm. Con il materiale “vecchio”, la trazione sarà altrimenti critica su neve e fango.

La profondità del battistrada di uno pneumatico può essere misurata con strumenti speciali o semplicemente con una moneta convenzionale da un euro

Sostituzione degli pneumatici invernali

I conducenti hanno due opzioni quando si tratta di cambiare gli pneumatici. In primo luogo, possono eseguire la procedura da soli, utilizzando un cric e una chiave dinamometrica. Per la sua sicurezza, è importante che il cambio degli pneumatici venga effettuato su una superficie stabile e, soprattutto, in piano. In generale, tuttavia, il cambio degli pneumatici da soli è consigliato solo ai proprietari di auto che hanno familiarità con gli strumenti e la tecnologia. Se non è sicuro di questo o possiede un SUV i cui pneumatici sono particolarmente pesanti a causa delle loro dimensioni, la seconda opzione è quella che fa per lei: un cambio gomme presso un’officina specializzata. Di norma, i proprietari di auto dovrebbero aspettarsi di pagare tra i 20 e i 40 euro per cambiare un set completo di pneumatici.

Un altro servizio offerto dalla maggior parte dei rivenditori è l’equilibratura degli pneumatici. Il costo è compreso tra 3 e 10 euro per ruota. Offrono anche la regolazione del sistema elettronico di monitoraggio della pressione degli pneumatici (RKDS), di cui tutte le nuove auto devono essere dotate dal 2014. Inoltre, i pneumatici invernali possono essere conservati presso l’officina specializzata allo stesso modo di quelli estivi, se gli automobilisti non dispongono di spazio sufficiente per i pneumatici nel proprio garage o cantina. Tuttavia, i costi possono variare notevolmente da regione a regione. Gli automobilisti pagano tra i 25 e i 120 euro a stagione per il deposito e il lavaggio dei pneumatici presso vari fornitori.

Domande frequenti sui pneumatici invernali

Gli pneumatici invernali sono obbligatori?

In Germania, non esiste un obbligo generale per gli pneumatici invernali, ma uno situazionale. In altre parole, i conducenti non sono obbligati a montare pneumatici invernali sui loro veicoli durante la stagione fredda. Tuttavia, se le condizioni stradali invernali richiedono pneumatici adeguati, le auto con pneumatici estivi devono essere lasciate in strada. La sezione 2 del Regolamento tedesco sul traffico stradale (StVO) stabilisce che i pneumatici invernali devono essere montati su strade con “ghiaccio nero, neve scivolosa, fanghiglia, ghiaccio o brina”. Se viene sorpreso dalla polizia con pneumatici estivi sulla sua auto in queste condizioni, verrà multato di 60 euro e le verrà assegnato un punto a Flensburg. I conducenti che “ostacolano gli altri utenti della strada” con la loro scelta di pneumatici dovranno pagare una multa di 80 euro e chi causa un incidente dovrà pagare 120 euro.

Quanto costano gli pneumatici invernali?

La gamma di pneumatici invernali è suddivisa in tre segmenti. Un nuovo set di pneumatici invernali dei produttori del segmento premium costa tra 280 e 480 euro. I pneumatici di qualità della fascia media di prezzo si aggirano tra i 200 e i 320 euro per set. Gli automobilisti che vogliono risparmiare sull’acquisto di pneumatici, invece, scelgono il segmento budget. Qui, quattro pneumatici invernali nuovi costano tra i 160 e i 280 euro.

Cosa rende un buon pneumatico invernale?

I proprietari di veicoli alla ricerca di un buon pneumatico invernale devono prestare attenzione a un pittogramma specifico al momento dell’acquisto. Se il fianco esterno del pneumatico è ornato da un fiocco di neve incorniciato da tre cime di montagna, si tratta della scelta migliore. Il simbolo “3PMSF” (3 Peak Mountain Snow Flake) è ora considerato lo standard non ufficiale per identificare rapidamente un buon pneumatico invernale. Gli pneumatici con questo marchio sono stati inviati dal produttore a un laboratorio certificato per essere testati e quindi soddisfano “un livello minimo di sicurezza e prestazioni di mobilità sulla neve”.

Quanto costa cambiare gli pneumatici invernali?

Per ottenere la massima sicurezza, gli automobilisti dovrebbero anche far bilanciare gli pneumatici contemporaneamente al cambio degli pneumatici invernali, presso un’officina o un gommista di fiducia. Entrambe le operazioni costano tra i 10 e i 20 euro. Tuttavia, se il suo veicolo è dotato di un sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, potrebbero esserci dei costi aggiuntivi e gli pneumatici invernali devono essere regolati di conseguenza al momento del cambio.

Devo guidare con pneumatici invernali anche se non c’è neve?

Se in inverno non c’è neve, non c’è gelo e le strade sono asciutte, in teoria i conducenti in Germania non hanno bisogno di montare pneumatici invernali – lo stesso vale per la Svizzera. Tuttavia, non appena inizia a nevicare o a gelare, i veicoli con pneumatici estivi non possono più circolare e devono essere abbandonati dai proprietari. Se la polizia sorprende un automobilista in Germania su strade innevate con pneumatici estivi, dovrà pagare una multa di almeno 60 euro e un punto a Flensburg. Nei Paesi alpini come l’Austria, la Francia e l’Italia, invece, devono essere rispettati i requisiti locali o temporanei per gli pneumatici invernali.

A cosa devono prestare particolare attenzione gli automobilisti quando guidano con pneumatici invernali?

A differenza di quanto accade con i pneumatici estivi, i conducenti devono prestare attenzione a un dettaglio importante con i pneumatici invernali. Si tratta di rispettare l’alta velocità consentita degli pneumatici. Questo si trova sul codice della misura del pneumatico, che è stampigliato sul fianco esterno del pneumatico. Alla fine c’è sempre una lettera che indica l’indice di velocità. S significa che la velocità massima consentita del pneumatico invernale è di 180 km/h. T è 190 km/h, H è 210 km/h. T è 190 km/h, H è 210 km/h, V è 240 km/h e W è 270 km/h. Il motivo della normativa è che il battistrada del pneumatico invernale può staccarsi dalla carcassa se il carico è troppo elevato, il che può portare a gravi danni al pneumatico ad alta velocità.

Gli pneumatici invernali possono essere utilizzati anche in estate?

Sì, a differenza dei pneumatici estivi, che possono essere utilizzati in inverno solo se le condizioni della strada sono assolutamente asciutte, la legge consente di utilizzare i pneumatici invernali anche in estate. Tuttavia, gli esperti consigliano espressamente agli automobilisti di non fare questo passo. La mescola più morbida degli pneumatici invernali fa sì che la maneggevolezza dell’auto si deteriori a temperature calde o elevate. Inoltre, l’usura del materiale generalmente aumenta e il consumo di carburante aumenta. La cosa più grave, tuttavia, è che lo spazio di frenata degli pneumatici invernali aumenta notevolmente in estate. Ciò significa che i conducenti non solo mettono in pericolo se stessi, ma anche gli altri utenti della strada, come pedoni e ciclisti, soprattutto in situazioni pericolose.

Gli pneumatici per tutte le stagioni sono altrettanto validi di quelli invernali?

In condizioni stradali invernali profonde, gli pneumatici per tutte le stagioni, noti anche come pneumatici all-season, non sono altrettanto validi di quelli invernali. Grazie alla loro mescola e struttura, combinano in una certa misura le qualità degli pneumatici estivi e invernali. Sono un po’ più morbidi e hanno un battistrada rinforzato con le lamelle tipiche degli pneumatici invernali. Ciò significa che offrono ai conducenti una migliore trazione in inverno. Tuttavia, su strade ghiacciate o con manto nevoso chiuso, i pneumatici per tutte le stagioni non sono all’altezza delle prestazioni dei pneumatici invernali in termini di maneggevolezza o spazio di frenata.

Quando conviene uno pneumatico per tutte le stagioni?

Gli automobilisti che si trovano a casa in montagna o che vanno regolarmente a sciare in montagna dovrebbero evitare deliberatamente gli pneumatici per tutte le stagioni e optare invece per gli pneumatici invernali durante la stagione fredda. Tuttavia, gli pneumatici per tutte le stagioni sono sicuramente un’alternativa agli pneumatici estivi e invernali per alcuni proprietari di veicoli. Per coloro che guidano un’auto piccola e vivono in una regione dove nevica raramente o mai. Se percorre solo brevi distanze e lascia l’auto parcheggiata in condizioni climatiche estreme, può tranquillamente utilizzare pneumatici per tutte le stagioni da gennaio a dicembre.

Destinazioni per le escursioni nella Ötztal: 8 attrazioni lontano dalle piste

Nel cuore del Tirolo, immersa in un mondo montano mozzafiato, la Ötztal dispiega il ...

Destinazioni per le escursioni Zell am See-Kaprun: 8 attrazioni lontano dalle piste da sci

Dietro il pittoresco scenario alpino di Zell am See-Kaprun si nasconde un mondo ricco ...

$stickyFooter